e ora un po’ di galateo

ululato da Pralina alle ore 18:18 martedì, 24 marzo 2009

E finalmente un po’ di galateo… minchia il savoir faire… vi suggerisco come salvarvi in corner nelle situazioni galanti.

Per i maschietti:

Mai dire ad una donna cose come: “Non ti stupire delle mie performance, è il mio tempo abituale!“. Meglio non dire niente in questi casi, non siate sboroni, tanto non c’è la specialità olimpionica con il cronometro e non si vince niente. Ve lo assicuro.

L’uomo è un essere tenerissimo ma potenzialmente distruttivo tipo orso grizzly, riesce a fare gaffes inimmaginabili. In ogni uomo adulto e vaccinato si cela un bimbo spaventato che è stato colto in flagrante dalla mamma con le dita nella marmellata o dalle api nell’arnia a rubare il miele… le peggiori frasi sono quelle per pararsi il culo, diciamo una specie di smottamento disordinato e poi a seguire una frana di parole senza senso che rovina giù trascinando ogni residuo di fiducia da parte della vostra partner, quindi non giustificatevi perfavore, evitate di pararvi il culo e fatevi accettare per quello che siete. Una donna vi accetterà volentieri (nel senso di accetta).

Quando siete con la vostra donna, e davvero non potete fare a meno di seguire con lo sguardo il culo di un’altra donna, mettetevi in posizione strategica, baciatela, stupitela con una frase ad effetto tipo “Ci si potrebbe sposare no?” o distraetela con effetti speciali “Accidenti! guarda su in alto, vedi…” “Vedi cosa?” “Quel puntino bianco là, mi sembra un UFO, incredibile, pazzesco, mai vista una cosa del genere…”  insomma, prendete tempo per fare le vostre manovre, utilizzate lo specchietto retrovisore, e poi siate repentini, insomma… non fatevi sempre beccare in flagrante! non è bello vedere l’occhio del proprio uomo che si posa su ogni cosa animata!

Una donna non chiede moltissimo, soltanto amore folle e incondizionato, dolcezza, dedizione, esclusiva, fedeltà, attenzioni, coccole, conferme, ascolto e tatto, sensibilità, memoria, educazione, ottima proprietà di linguaggio, buone prestazioni, e anche solidità economica, un buon conto in banca, una bella macchina… beh, almeno qualche “assaggio” di tutte queste cose, almeno ogni tanto! non siate tirchi dai… tanto anche quando avete dato tutto, c’è sempre qualcosa che manca!

Per le femminucce:

Ricordate che il vostro uomo non si ricorderà mai di un solo anniversario, è nella sua natura, magari sa tutto dei pali e dei calci di rigore e delle partite di calcio degli anni 60, ma degli anniversari no, quindi fategli un promemoria, prima che vi prendano gli attacchi di panico perché vi sentite trascurate.

Evitate di stressare il vostro compagno con domande tipo “E’ venuta bene la ceretta?” oppure “Mi sono depilata bene i baffetti?” perché potreste avere delle risposte raggelanti, che potrebbero mandarvi in psicanalisi per il prossimo decennio. Quindi meglio di no. Cercare di rinforzarsi l’autostima con le parole di un uomo, è come accettare un passaggio da un ubriaco con un forte miopia… gli uomini non pensano prima di esprimere una opinione, gettano frasi a casaccio e aspettano che si assemblino da sole. Però c’è un risvolto positivo: a differenza delle donne, gli uomini non sanno cosa sono le smagliature, la cellulite e non gliene frega nulla di qualche chilo in più, vanno al sodo e sono molto più positivi e più “sani” e meno pallosi (e francamente più equilibrati mentalmente) delle donne che si contorcono sempre come pesci appena pescati. Tranne le dovute eccezioni: un consiglio, evitate gli uomini palestrati che sono persino peggio di noi in quanto a fisime, preferite quelli ruspanti, danno mooolte più soddisfazioni. E non credete alle balle che vi raccontano gli stilisti di moda: sono tutti gay e a loro le donne interessano magre… perché sanno benissimo quale potenziale erotico e attrattiva per il maschio si celi sotto le forme di una donna in carne!

E’ inutile farsi belle come (nell’esatta misura in cui) vorreste essere ammirate: gli uomini non apprezzeranno mai i vostri sforzi mirati, tantopiù che sono quasi tutti daltonici non distinguono nemmeno le sfumature dei colori e non saprebbero distinguere un tatuaggio da un capillare rotto, ma rientreranno sempre e solo nelle loro categorie mentali, quindi meglio chiedere preventivamente e molto schiettamente “COME devo farmi bella? in che versione mi preferisci? lato A o lato B? trasgressiva o tenerona? devo venire a letto con la felpa rosa, quella infeltrita che ti fa arrapare oppure devo indossare un completo da vigile urbano?“. Ricordatevi che l’uomo vede la Donna come una categoria, un insieme, una corporazione, un tipo di topa, quindi se ragionate in modo insiemistico, e non come Primadonna unica e irripetibile, risparmiate tempo e frustrazioni.

Generalmente le donne sono più furbe nel gestire i rapporti, sono dotate di occhiali a raggi X, radar, orecchio Echelon, sesto senso, capacità medianiche, vista a 360° con l’occhio mobile retroposizionabile tipo quello dei camaleonti… ma non mancano gli strafalcioni. Proprio perché in ogni donna si cela un agente del Mossad, dovrebbe stare attenta a non strafare. Rilassatevi, il vostro uomo può essere un po’ imbranato, ma non è detto che sia un disastro! Un po’ di fiducia lo farà sentire a suo agio. Ricordatevi che ogni uomo italiano è stato rovinato a dovere da sua madre. Una donna come si deve non dovrebbe mai controllare il cellulare e i messaggi privati del suo partner, e se lo fa, non dovrebbe rendere note le cose lette, con le sue amiche. In genere la donna si comporta bene con il suo partner, sa quando tenere la bocca chiusa e quando parlare, è un genio dei tempi e delle frasi ad effetto, sa rinforzare l’autostima del suo amore facendo leva sul suo istinto di competizione con cose tipo “Come fai l’amore te, nessuno amore mio! Nessuno mi ha mai amata così!” ma quando è in compagnia delle amiche sbrocca visibilmente, si trasforma in Missis Hyde, rendendo note la lista delle defaillances, le misurazioni antropometriche, il rendimento delle prestazioni sessuali, la densità abitativa dei testicoli e tutto il mondo di quark. Le vostre amiche non sono Piero Angela, quindi datevi una regolata!

Argomento spesa: mostratevi disinteressate, non fatevi vedere come tante lupe a guardare vetrine e a inseguire le offerte… queste cose fatele con le amiche o da sole. L’uomo non capisce lo shopping o forse lo vede come una minaccia (per le sue finanze) e per lui guardare le vetrine è una perdita di tempo, quanto per voi lo è il suo guardare lo sport in televisione e gingillarsi con il blog fino a notte fonda.


E per finire: lasciate perdere tutto e amatevi come pazzi! è l’unica cosa che veramente conta!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...