qui brigate grosse

ululato da Pralina alle ore 16:32 sabato, 24 ottobre 2009

Qui Brigate Grosse. Alcuni anni fa, dagli Stati Uniti venne diramata una circolare che interessava l’OMS e tutti i medici delle nazioni cosiddette “civilizzate”, riguardava il problema del sovrappeso e dell’obesità, che soprattutto negli Stati Uniti ha raggiunto percentuali spaventosamente alte. Le statistiche parlano. C’è anche da considerare che è il rovescio della medaglia, per tanta gente che si abbuffa, ci sono interi continenti che soffrono la fame. In effetti, oltre un certo peso i problemi di salute si aggravano e ne sorgono altri specifici. E’ indubbio che dimagrendo si sta meglio. Ma non tutti i problemi di salute sarebbero da attribuire al sovrappeso, se proprio vogliamo essere sinceri. Le statistiche non sono studi completi, e tante volte sono fuorvianti. Meglio sarebbe ascoltare ogni paziente, caso per caso, considerandolo una persona unica, così come fa la corrente unicista steineriana, mi rendo conto che sarebbe una perdita di tempo eccessiva per i ritmi di produzione imposti dal capitalismo (quanto era bello Charlot in Tempi Moderni) e quindi, si preferisce fare medicina in maniera grossolana, un tanto a chilo, e avanti un altro.
Bene, c’è chi questa circolare l’ha presa maledettamente sul serio, e c’è chi furbescamente cavalca l’onda per lucrarci sopra, come il “naturopata” nutrizionista che ricordo sotto, io ho raccolto alcune testimonianze in giro, di amiche e conoscenti, che si sono viste attribuire al sovrappeso (anche modesto) la causa di tutte le loro malattie. Addirittura i problemi ai piedi, calli e duroni, mi dicevano. Una mia amica 60enne che ha una ernia iatale enorme che le espande lo stomaco e una arteria renale deviata, e quindi ha una notevole ipertensione, e quindi ha le gambe un po’ gonfie (per la ritenzione di liquidi) si è sentita dire “io non la posso operare, così cicciona, bisogna che lei smetta di abbuffarsi”, non stanco di dire stronzate questo luminare le ha anche detto “lei deve prendere qualche psicofarmaco perché mi sembra agitata, guardi che occhi che ha”.
Quale che sia il nesso, tra le percentuali texane di sovrappeso (gente che arriva a pesare anche fino a 220 chili e oltre) e quelle nostre, alte, ma sempre più modeste, è presto detto… lo dico? sì, lo dico… mi tolgo questo sassolino… i medici hanno sempre meno voglia di ascoltare i loro pazienti, non esiste più il medico di campagna che ti conosceva fin da neonato e conosceva la tua famiglia con tutte le sue patologie ereditarie, l’anamnesi tanto cara ai medici greci non esiste quasi più, ormai siamo solo numeri statistiche e tabelle, la sanità italiana fa buchi da ogni parte, e quindi non sapendo che pesci prendere in tanti casi hanno trovato un escamotage fantastico: loro danno tutta la colpa al sovrappeso, così intanto si sono già belli che parati il culo.
Il rapporto con certi medici (non dico tutti, eh, intendiamoci, ci sono tanti medici fantastici che operano con assoluta sensibilità), con le donne è sempre stato disastroso, pazienti incinte che si sentono dare della troia in sala parto “prima hai goduto e adesso soffri” e cose del genere, non è mica leggenda, del resto il machismo nella classe medica è duro a morire, sono loro i responsabili insieme alla Chiesa Cattolica dei roghi delle streghe… la classe non è acqua…
Oggi mi voglio togliere una soddisfazione, anche se dal mio blog non ci passa più nessuno. Voglio sfanculare un tizio, una sottospecie di naturopata bello come un attore di Hollywood dopo essere stato investito da un tir e preso pure a cazzotti dal conducente. L’anno scorso andai da lui in un momento tremendo per me, mi trattò come già mi aveva trattato un altro medico, unendo i consigli da medico a battutacce da bar. Del tipo: “se lei è calata di alcuni chili,  mio dio, com’era PRIMA?” (strabuzzando gli occhi). Oppure “Non mi prenda il cortisone, che se no, non passa più dalla porta” (facendo il gesto della damigiana incinta).
In realtà l’ho già spedito a quel paese, ma un’altra occasione è sorta ghiotta per un motivo: uno stupido invio di spam (il suo). Insomma, l’idiota se l’è cercata, mi viene pure a fare spam con le catene di sant’antonio. Ecco la mia lettera, sotto. A volte non si manda a fare in culo abbastanza, perciò va ribadito se necessario, in fondo sfanculare uno stronzo è terapeuticoe credo che noi donne dovremmo farlo molto più spesso.
 Gentile “naturopata” xxx, speravo vivamente che Lei avesse cancellato il mio indirizzo, quindi sono veramente sorpresa e se me lo permette anche vagamente infastidita per questo invio alla mia casella di e.mail, ad ogni modo La prego di non mandarmi più SPAM, anzi, ne approfitto per dirLe alcune cose sulla sua professionalità…1) la “cura” contro l’asma che mi prescrisse lo scorso anno, ha funzionato come una pastiglia Valda per un talassemico

2) quando disse che non dovevo trovarmi un uomo che sarebbero stati altri guai, sbagliava… il mio nuovo compagno, romagnolo, è semplicemente fantastico e l’amore mi sta facendo un gran bene!

3) quando disse che l’asma è una malattia causata prevalentemente dal sovrappeso, sbagliava anche lì… (n.d.p. qui metto vari esempi di miei familiari ammalati di asma bronchiale e di altri disturbi e tutti magri, non riporto integralmente il testo sul blog per tutelare la privacy, ma di fatto nella mia famiglia a soffrire di asma sono soltanto  ed esclusivamente le persone magre)… non sarà che ci sia, putacaso, qualche componente EREDITARIA? no eh… troppo dura da capire… andiamo avanti…

4) durante la visita tutte le cose che mi ha detto erano fortemente sconfermanti, mi ha ripetuto almeno una ventina di volte che sono troppo grassa e che devo dimagrire, che il mio peso mi impedisce di muovermi agilmente, che non mi fa respirare bene e altre cose di questo tipo, poi si è contraddetto perché ha attribuito tutta la colpa al cortisone però mi ha chiesto di mettermi a dieta (quale dieta non è dato sapere, avrei dovuto cercarmela da me su un sito internet)… io sono stata magra e avevo l’asma, mi sono curata con l’omeopatia da un bravo medico che non ha toccato nemmeno l’alimentazione, quindi sono stata benissimo per 13 anni dopo questa cura, mi sono riammalata soltanto a causa di una inalazione di zolfo in polvere (un incidente), i test per le allergie confermano che soffro di allergie da acari domestici e da graminacee… che cazzo c’entra quella meravigliosa ciccetta in più (da vera femmina) che fa di me una donna molto amata dagli uomini e molto ammirata per la strada??? e adesso non le dirò nemmeno che sono dimagrita e che porto due taglie in meno, Le lascio volentieri l’immagine della BALENA che si è creato in testa… magari esaurisce il livore misogino

5) trovo che i 90 euri che mi ha chiesto a fine visita siano stati veramente eccessivi (e senza neppure una ricevuta fiscale), mi rammarico di non avere trovato la forza per abbandonare subito lo studio… mi rammarico di non avere trovato la forza di mandarla subito a quel paese… ma come sa, visto che è pure “psichiatra”, a volte le persone troppo sensibili soffrono di complesso d’inferiorità e non sono perfettamente coscienti delle loro qualità e della loro bellezza. In quel periodo ero talmente demoralizzata, talmente a pezzi, che avrei avuto bisogno soltanto di una parola di conforto e Lei c’è andato giù pesantissimo. Meno male che poi ho trovato in me la forza per rialzarmi e per dire quanto valgo.

Con una notevole dose d’incazzatura, ma anche di amore, allegria e tutto il resto… ma perfavore, basta con lo SPAM.

Grazie, cordiali saluti.

Lettera firmata da me, nome e cognome

*

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...