danza macabra

ululato da Pralina alle ore 12:20 martedì, 16 ottobre 2007

Poesia macabra di Pralina Tuttifrutti:
 

Disse la vita scheggiata alla morte con la falce nera:

tu sai che sono vile, ti cederò i migliori proprio questa sera.
 
Rispose la morte ridendo alla vita che tremava di paura:
 
un tiranno prende e basta, di questo puoi starne ben sicura.
 
Ma la vita crede che basti il sacrificio anzitempo dei migliori
 
per tener la morte lontana per sempre, per tenerla per sempre fuori.
 
E così con questo inganno, la vita resta monca dei suoi pilastri,
 
la morte invece si nutre dei miti, s’ingrassa dei nostri disastri.
 
Resta solo la speranza bella, che per tutti è calore d’ampio raggio,
 
che la morte sia in realtà un banchetto eterno…
 
e questa vita sia soltanto un magro assaggio.
 
sotto: la danza macabra (di San Virgilio a Pinzolo)
L'immagine “https://i1.wp.com/pinzolo.ies.tn.it/files/getbyname/Danza.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...