l’uomo che verrà

ululato da phederpher alle ore 17:12 sabato, 20 febbraio 2010 

 
Lasciamo il campo ad una cosa seria e incredibilmente bella. CLAUDIO CASADIO, mio coetaneo e concittadino, da oltre venticinque anni attore diplomato al DAMS di Bologna e cofondatore assieme a RUGGERO SINTONI del gruppo ACCADEMIA PERDUTA, che gestisce la programmazione di buona parte dei teatri romagnoli, ha esordito nel cinema dopo oltre vent’anni di spettacoli per ragazzi. L’occasione è il bellissimo film del regista Giorgio Diritti “L’Uomo Che Verrà”, che ha già vinto tre prestigiosi premi al Festival del Cinema di Roma nell’ottobre scorso. Trama del film: “Inverno 1943. Martina ha otto anni e vive alle pendici di Monte Sole, a sud di Bologna, ed è l’unica figlia di una famiglia di contadini che fatica a sopravvivere. Anni prima ha perso un fratellino di pochi giorni e da allora ha smesso di parlare. Nel dicembre la madre rimane di nuovo incinta. I mesi passano e la guerra (siamo vicini alla famosa Linea Gotica, di cui parlerò presto) si avvicina. E la vita si fa ancora più dura. Nella notte fra il 28 e il 29 settembre 1944 il piccolo finalmente viene alla luce. In quei giorni, però, le SS scatenano nella zona un rastrellamento senza precedenti, che porterà alla tristemente famosa strage di Marzabotto”. Questo film, insomma, racconta la guerra vista dal basso, da parte di chi suo malgrado ne viene coinvolto. Diamo spazio ora alle parole di Claudio, una bellissima faccia cinematografica chissà perché arrivata al cinema solo a 52 anni.
 
images

 
“La tremarella all’inizio era tanta. Al primo giorni di riprese mi ripetevo: “Ma chi me l’ha fatto fare?”. La mia unica esperienza risaliva al 1978 come comparsa nella fiction IL PASSATOR CORTESE (la madre del bandito era interpretata da una grande attrice di teatro dialettale, LUISA FIORENTINI; con cui ho lavorato due anni, ndr). Questo film era la mia prima vera esperienza su un set. Il regista (Giorgio Diritti, ndr) aveva pensato a me dopo avermi visto in uno spettacolo per ragazzi, ed era rimasto molto colpito dal modo in cui raccontavo le favole, e quindi mi propose la parte del ruolo maschile principale. Bè, mi piacque molto, in quanto vengo da una famiglia molto provata dalla guerra e ho conosciuto di persona molti partigiani. Nel personaggio ho inserito un pò tutte le storie sentite e vissute”. 
 
Oltre a Claudio nel film ci sono due volti noti femminili, MAYA SANSA e ALBA ROHRWACHER, più uno stuolo di attori locali e comparse che recitano in dialetto bolognese della collina, tanto che alla prima del film a Bologna, presso il Cinema Lumière, molti bolognesi non sempre riuscivano ad afferrare il significato delle battute. Il film, comunque, ha fatto registrare il tutto esaurito per tutte le giornate in cui era stato programmato. 
 
“Giorgio Diritti è un regista molto bravo. Ha raccontato la strage di Marzabotto con grande onestà intellettuale e con grande amore. Non ha fatto un film patetico. Nel montaggio ha tolto scene troppo “strappalacrime”. Quando abbiamo girato le scene dell’eccidio, c’era silenzio e la consapevolezza di fare qualcosa di molto importante. Abbiamo girato per quasi due mesi, in novembre e dicembre, ed è stato molto faticoso. Faceva freddo, pioveva, poi è anche nevicato. E’ stata una prova fisicamente durussima. Per caricarmi facevo finta che il mio solito pubblico teatrale fosse la troupe che mi stava davanti” 
 
Abbiamo citato il suo collega attore e socio RUGGERO SINTONI. In effetti è merito suo se Claudio ha avuto questa occasione, in quanto ha fatto in modo che Diritti venisse a vedere un suo spettacolo, POLLICINO, che poi ha convinto il regista in modo definitivo. Ora il film è nelle sale, distribuito da MIKADO, e sta sbarcando anche in Francia. Ma Claudio non si è montato la testa e continua a fare teatro per ragazzi (da qualche anno fà tournèe un pò in tutta Europa), considerando questa esperienza come una piacevole e stimolante parentesi. Che dire di più? Appena lo vedete dalla vostre parti, correte al cinema!
 
Annunci

Una risposta a “l’uomo che verrà

  1. WOW. BIG UPSET IN CANADA. ALCINE OVER LEMIEUX IN BRILLIANT TV FRIENDLY PERFORMANCE. ALCINE REESTABLISHES HIMSELF. HAPPY FOR MY MAN!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...