andrea salsedo

ululato da Pralina alle ore 03:44 mercoledì, 01 marzo 2006

C’era la neve e ballavo in strada.
Il mare d’inverno è freddo nelle ossa
la mia mente si apriva a strani pensieri,
nomi di anarchici scritti sui libri di scuola
ogni foglio un nome da imparare.
E questi scritti a pennarello
sono Sacco e Vanzetti
e poi c’era Andrea Salsedo,
morto buttato giù dai poliziotti.
“Your comrade is dead.
He has jumped from the window”.
C’era la neve e ballavo in strada.
Quando ho scoperto l’Anarchia
era tutto bianco
e i miei passi lasciavano solchi profondi
nella luce di febbraio.
 
poesia scritta a 16 anni da Pralina
 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...