DIMENTICANZE

Solitamente dimentico la maggioranza che vegeta in esistenze di plastica, dimentico di accendere la televisione, dimentico di alimentare l’acquario della vanità di pochi, dimentico i gossip, le passerelle, i festival canori, gli eventi mondani, i nuovi flirt fra divi, le sante feste comandate, l’ossequio al potente, il sussiego la piega finta la borsa griffata il tacco 12 il culo rifatto le labbra a canotto il seno al silicone la liposuzione e l’ipocrisia della dieta, dimentico le marce militari, i limiti che marciscono, le divise che dividono, dimentico di deridere gli sfortunati, dimentico di fare fare casting,  concorsi a premi, lunghe file per i saldi, quiz televisivi, abbonamenti a sky, dimentico di fare i regali per Natale, di aderire all’offertona super conveniente, di comprare il tre per due, di fare ressa alle inaugurazioni, e dimentico pure le vacanze quelle in crociera a prezzi stracciati, i viaggi così poco orgasmizzati, i budelli di automobili sotto il sole ai caselli, e visto che ci sono dimentico persino le partenze intelligenti, dimentico di mostrarmi intelligente, dimentico di tifare per una squadra di calcio per me sono tutte uguali anzi no tifo per quelle dei poveracci nei campi delle favelas, dimentico di non essere tecnologicamente avanzata, di non avere un navigatore satellitare nemmeno piantato in culo, di non possedere i-pod, i-pad, smart e chart e cip e ciop, e nemmeno un impianto di refrigerazione in estate e mi difendo con un ventilatore da tavolo oppure niente, la doccia e il sudore, dimentico di fare la fichetta sparandomi tremila pose su feissbuc mentre mando baci a bimbaminkia per sentirmi dire sei brava sei bella sei simpatica sei troppo vecchia per queste cose, dimentico d’essere stata battezzata, dimentico dio, le bollette, la pentola sul fuoco, dimentico d’essere stata dimenticata, dimentico me stessa alla stazione e persino nel giorno della memoria avanzo il diritto alla dimenticanza…

[graffio per Charles Bukowsky]

Annunci

2 risposte a “DIMENTICANZE

  1. se dimentichi quello ,perdi poco
    io spero solo di non dimenticarmi la visione di una alba e
    il colore di un arpeggio di chitarra nella notte

    dimenticavo….
    un sorriso

  2. un sorriso, l’unica cosa che conta… un sorriso anche a te 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...