ALLE DONNE CHE SONO SEMPRE UN SEGNO MENO

Dedicato alle donne che sono sempre un segno meno, in ogni cosa che fanno, svalutate, sempre, e perciò ancora più tenaci e forti, e perciò ancora più svalutate.

Alle amiche e sorelle di ogni parte del pianeta che lottano ogni giorno per mettere un sorriso nelle bocche malate, storte, sdentate, e lo fanno con eroismo autentico, soltanto per mandare lo stipendio ai figli, sequestrate in case in paesi lontani dove l’unica via di fuga è un contratto di telefonia per chiamare i familiari.

Alle tante che accompagnano i bambini a scuola per poi scappare a fare un lavoro retribuito con il segno meno.

Alle tantissime che fanno lavori di cura, indispensabili più di un banchiere, più di un finanziere e di un politico, ma pagate con cifre ridicole o non pagate affatto.

Alle donne disoccupate, o inoccupate, parola per dire che non cercano più lavoro, la crisi le ha mandate per prime a casa, nessuno riconosce il lavoro domestico, ma neanche quella parte in ombra di donne con qualità autentiche che vorrebbe fare e che trova solo porte chiuse.

Alle professioniste che non solo non hanno un lavoro, ma non hanno nemmeno il nome di quel lavoro coniugato al femminile.

Alle donne fragili a cui viene tolto un figlio dal tribunale dei minori, a quelle che per problemi economici e familiari si rivolgono al centro di aiuto per le donne per sentirsi dire “ha mai preso psicofarmaci?”.

Donne che hanno automobili meno belle e meno nuove, lavori meno pagati, ma in fondo ci siamo abituate.

Pretendiamo pochissimo, e poi tanto, tantissimo, quando si tratta di essere riconosciute sul piano affettivo, e allora vai di rossetto e di mascara, di tinte per i capelli, di tubini attillati e tacco dodici. E se ciò non bastasse c’è sempre il photoshop e comunque sotto le nostre foto manca sempre un commento che ci farebbe felici.

Un uomo non ha bisogno di truccarsi per essere amato così com’è, un uomo è sempre un segno più, e anche se sfigato, con la pancia prominente e poco attrente, avrà sempre una mamma, una sorella amorevole, una moglie che lo sostiene, lo capisce, lo incoraggia.

E guai a strillare, guai a piangere, guai a mostrarsi isteriche, quelle donnette che lo fanno vengono messe con il segno meno meno.

Alle stronze, che esercitano un potere, nelle istituzioni o in famiglia, e che lo fanno peggio degli uomini, con maggiore severità e ottusità bastarda, e fanno tutto ciò per non essere un segno meno; a quelle auguro di morire, perché la sorellanza non è una questione di genere sessuale ma anche di classe sociale e soprattutto di affinità personale.

Annunci

3 risposte a “ALLE DONNE CHE SONO SEMPRE UN SEGNO MENO

  1. bellissimo post… sei sempre la meglio, amorix

  2. Un sorriso a te, Pralina.
    A te, che sei una Donna bellissima!
    Baci, ciao biondina! :0)

  3. Ti penso tantissimo! sono travolta da un sacco di cose da risolvere, da affrontare, da vivere, ma ti penso davvero! e ti sono vicina! ricambio tutto l’affetto, i pensieri e gli abbracci *

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...