– Il signor Mattè. Racconto di Natale.

femminismi.it

Da piccola osservavo spesso il via vai di personaggi d’ogni tipo davanti al negozio di mia madre. Nel quartiere popolare, ricco di quel che si dice “umanità” pittoresca. Ad una certa ora del mattino c’era, per esempio, il passaggio del Gatto e la Volpe, due vecchiette di diseguale statura che, munite di bastone da passeggio, si dirigevano in Ricevitoria del Lotto. Girava voce che la loro magra, magrissima pensioncina fosse spesso visitata da banconote vinte coi numeri.
A volte in bicicletta passava lungo i cosiddetti Palazzoni il signor Mattè, uomo senza età, dal cappotto ornato di varie badge inventate da lui stesso, ritagliate dai panettoni e dai biscotti: si dice che poi da lì scendesse lungo il passaggio a livello ferroviario, dove intratteneva i conducenti in attesa spiegandogli che i treni erano suoi, e che era lui a farli arrivare in orario.
Un giorno lo incontrai anche a negozio: tornando…

View original post 558 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...