Archivi categoria: mia mamma

vogliono arrivare subito al sodo

ululato da Pralina alle ore 13:55 domenica, 04 novembre 2007

https://i2.wp.com/www.chris-schuster.com/pics/insects/beetles/lady_bug/medium_coccinella_septempunctata_mating_1.jpg 

 
Mia madre mi ha detto una cosa interessante e secondo me giusta: oggi non esiste più il corteggiamento, uomini e donne vogliono arrivare subito al sodo.
 
Una volta, negli anni 50-60 quando una bella donna usciva di casa, aveva uno stuolo di uomini che la guardavano (e lei lo sa bene), adesso gli approcci sono molto più veloci e privi di quella sospensione (mistero) di sguardi, mezze frasi, gesti galanti, che precedeva l’atto vero e proprio.
Quando aspettavi l’innamorato ti batteva forte il cuore perché non davi per scontato che sarebbe arrivato all’appuntamento, c’erano tanti impedimenti con le famiglie che si opponevano ai fidanzamenti e tante regole da rispettare.
Ricevere una cartolina con un pudico “cari saluti” era già una festa. Per non parlare delle lettere d’amore, quelle di carta scritte con la penna, profumate di buono, con ciocche di capelli e fiori pressati dentro, che spesso si nascondevano alla vista dei genitori e che oggi non si scrivono più.
Forse una volta, ha continuato, c’era molta repressione, la gente si sposava perché era l’unico modo per consumare… ma c’era anche più fantasia.
 
Ho aggiunto io… quando esci con un uomo, le amiche ti chiedono subito se ci sei andata a letto, e se ciò non è avvenuto, insinuano maliziose che lui “non funzioni” oppure sia dell’altra sponda (*nota bene: non c’è da parte mia alcun pregiudizio contro gli omosessuali, sono commenti grossolani che vengono riportati come si ascoltano).

Oggi ci si lascia con un sms.

Perché tutta questa fretta nei rapporti? E’ consumismo? E’ vera liberazione? E’ vero che l’instabilità sociale (precariato nel lavoro, ecc.) si paga anche con la precarietà nei rapporti? Insomma, voglio dire, non avendo la possibilità di fare il nido (di avere una casa e un lavoro stabile) le cose sono cambiate anche per le “coppie”?
Oppure la trasformazione avviene per la crisi dei ruoli tradizionali maschile/femminile?

Secondo voi esiste ancora il corteggiamento? e in che termini?

Annunci

quella che mia madre

ululato da Pralina alle ore 15:54 martedì, 09 ottobre 2007

Dedicato alla persona migliore del mondo… quella che mia madre

Mia madre che quando mi sono sposata, mi ha telefonato per dirmi che aveva passato una giornata indimenticabile, così bella, così emozionante, così fantasticamente unica… e soprattutto così loooontana da me… oh yeah!

Mia madre che ha più pennarelli che forchette, e usa il tavolo del tinello per fare il macramè, la decorazione su legno, i sassi dipinti, i pupazzetti di carta, le mollette da bucato coi fiori glitterati… che tanto per mangiare ci sono sempre i vassoi di plastica… oh yeah! 

Mia madre che un giorno mi disse: “posso cucinarti al massimo i maccheroni, ma gli spaghetti non te li farò mai”, e quando mangio i maccheroni di mia madre, io penso che lei è la più brava del mondo a cucinare le patate lesssse… oh yeah!

Mia madre che sa fare la casetta di cioccolato con il pan di spagna e le tegole di lingue di gatto bagnate con l’alchermes e tutto intorno alla casetta un prato di codette verdi e fiorellini di zucchero, e tutto questo per vedersi la sua opera distrutta nel giro di pochi minuti da una pestifera bambina che festeggia il suo terzo compleanno, io… oh yeah!

Mia madre che… sei caduta… così impari a non stare mai ferma… oh yeah!

Mia madre che usciva con due gradi sottozero con una maglietta di cotone a maniche corte, e alle nostre proteste, rispondeva che lei si era messa anche la canottiera di cotone sotto, è questo il suo grande segreto per mantenere la salute… oh yeah!

Mia madre che un giorno diede uno spintone a un uomo che le aveva fatto una proposta “perché una donna onesta non tradisce suo marito” e lo fece rimbalzare contro un muro… oh yeah!

Mia madre che qualche mese fa le hanno suonato alla porta dei truffatori vestiti da assistenti sociali e lei gli ha detto “Aspettate un attimo, sono una povera vecchia malandata, devo fare le scale per scendere” e così intanto ha telefonato al 113 e gli ha dato il numero di targa… oh yeah!

Mia madre che quando le chiedevo se sono bella, lei mi rispondeva voltando la faccia da un’altra parte “Non preoccuparti, vai bene così, nella vita bisogna essere felici”… oh yeah!

Mia madre che quando le dico che vado a trovarla, mi chiede a che ora esattamente me ne vado, e il minuto preciso… oh yeah!

Mia madre che carica un timer quando me ne devo andare, e mi spedisce in stazione sempre quaranta minuti prima nonostante le mie proteste… oh yeah!
 
Mia madre che mi ha insegnato a stirare anche gli strofinacci per i piatti perché se no, non ci entrano nei cassetti… oh yeah!

Mia madre che in casa tiene TUTTO, perché se viene un’altra guerra le provviste ce le abbiamo… oh yeah!

Mia madre che quand’ero ragazzina leggeva il mio diario di nascosto e poi mi diceva che lei aveva un fluido magico e sapeva tante cose di me… oh yeah!
 
Mia madre, che un giorno quando andai a trovarla, mi accorsi d’avere una maglietta blasfema addosso quindi rigirai l’immagine dalla parte della schiena per non offenderla, e lei mi disse “E’ inutile che ti rigiri le magliette dall’altra parte, tanto lo so che porti quelle magliette blasfeme e smettila di fare la cretina”… oh yeah!
 
Mia madre che una volta mi ha inseguita per la strada con una banana perché dovevo fare la merenda… oh yeah!
 
Mia madre che mi regalò delle scarpe da ginnastica dorate, vent’anni prima che andassero di moda… oh yeah!Mia madre che dice che lei va al ConaT con la T… oh yeah!
 
Mia madre che un giorno andò al bar sotto casa e c’era Ilona Staller (che piaceva tanto a mio padre) a prendere il caffè e poi tornò a casa tutta felice, perché si era misurata con lei… maggiore, molto maggiore… e molto meglio… oh yeah!
 
Mia madre che quando fa la valigia, non si dimentica mai di niente perché si segna tutto su un foglio con gli asterischi, e se avesse un dubbio in contrario, non partirebbe affatto perché nella vita non si sa mai… oh yeah!

Mia madre che mi chiede i consigli, mi dice che sono diventata una donna saggia, che i miei consigli sono preziosi… e poi fa sempre e solo di testa sua… oh yeah!

Mia madre che mi da sempre tanti consigli… i consigli di mia madre che non ascolto mai… oh yeah!

Mia madre che mi disse telefonami quando vuoi, tranne quando fanno Derrick in televisione perché io devo scovare l’assassino prima di lui… oh yeah!

Mia madre che si farebbe sbranare da un leone per difendere noi figlie, ma quel leone vi assicuro non si è ancora presentato alla nostra porta: si sta cagando sotto… oh yeah!

Mia madre che è una donna leale, che non ha paura di niente al mondo… oh yeah!

Mia madre che è la donna più bella del mondo… la più dolce e la più buona… la più generosa e la più forte… la più coerente e la più tosta… e non perché è mia madre… ma perché è tutto vero, e non sto affatto esagerando… oh yeah!