Archivi tag: donne

Auguri a tutte le mamme e auguri all’apparato riproduttivo femminile, troppo spesso demonizzato.

Per la festa della mamma, vorrei spendere due parole a tutte quelle donne che si ricoverano a ginecologia anche per semplici interventi routinari, e vengono trattate come se fossero delle rompicoglioni da qualcuno del personale (e non da tutti, bene inteso) così com’è successo a tante donne e anche a me. Vorrei ricordare a coloro che si scandalizzano davanti a qualsiasi anomalia o problematica, che l’apparato riproduttivo femminile è stato creato per quel motivo che ora festeggiamo con tante belle gif asettiche, ma che significa anche decenni di sanguinamenti, complicazioni ed altro, anche molto pesanti, legate al ciclo. Quindi miei cari fighetti e fighette che ci vorreste in sala operatoria fatte di gomma e pettinate come Barbie e che ci rimproverate di non essere abbastanza o di essere troppo, direi che vivete una realtà parallela. Detto questo posso essere davvero soddisfatta per aver fatto un figlio stupendo, un pilone di rugby , e per non essermi mai sentita in colpa come avrebbero voluto alcuni operatori, per avere un corpo prorompente, problematico ma vivo. Auguri a tutte le madri, auguri alla mia mamma che è una donna stupenda, auguri anche a tutto ciò che significa essere madre o non esserlo per avere un corpo comunque accogliente, creato per l’amore, ma destinato a ciò che una donna sceglie o può permettersi.

donne con le gonadi

ululato da Pralina alle ore 21:24 mercoledì, 24 marzo 2010

dal Blog di SuzieQ

Pralina è un’amica mia; ho voluto postare il suo pezzo perchè lo trovo bellissimo e coinvolgente. Parla di se stessa Pralina, ma è come se parlasse di tutte le donne, quelle vere, quelle che s’inventano  la vita giorno per giorno, che lottano e piangono e si arrabbiano e puntano i piedi, le donne che anche quando sembra che non ce la facciano più hanno sempre un ultimo guizzo. Le donne che pensano sempre prima agli altri e dopo a sè, se rimane tempo, spazio e voglia. E mentre gli uomini spendono energie e fiumi di parole per 22 bipedi in mutande che corrono dietro un pallone, le donne, queste donne, spendono quel pò di energia rimasta per essere gentili col proprio uomo che magari non le considera neppure, non le vede neanche e magari fà il cicisbeo con le altre pavoneggiandosi come un pavone stitico! Mentre alla donna che ha accanto tuttalpiù chiede “dove sono le mutande pulite?”, oppure le fa notare che Armida quella sì che è una donna, sembra sempre appena uscita dal parrucchiere! E qui mi sorge spontanea una domanda: ma voi che volete da noi?
Mia nonna mi diceva sempre: <da un uomo si PUO’ pretendere che sia un buon lavoratore, che non sia manesco e che non si ubriachi. Da una donna si DEVE pretendere che sia, oltre che moglie, madre, sorella, amica, segretaria, infermiera, commercialista, avvocato, galoppino, cuoca, lavandaia, barbiere, manicure e pedicure e tuttofare, così ci metto dentro quello che non mi viene in mente al momento. Ho dimenticato che da una donna si pretende anche che sia una buona amante; ai tempi di mia nonna questo ruolo non era contemplato, per quello c’erano le prostitute e le avventure extra coniugali. Ma non cambia di molto, prostitute e avventure ci sono anche se ci sforziamo di essere buone amanti. Insomma la donna deve essere il tutto possibile immaginabile, mentre l’uomo, bè dell’uomo ci si accontenta, è un uomo! Va sempre bene cmq, anzi, ce ne fossero! E non importa se è bruttarello….Noi invece dobbiamo essere sempre e comunque belle!

…grazie, io non ho parole, però la commercialista non ci riesco a farla!