Archivi del mese: dicembre 2016

INTERVISTA di ELLE GALLERIA, PREGANZIOL TREVISO a PATRIZIA DIAMANTE

Cos’è l’arte per lei ? L’arte non è solo creatività emotiva immediata, ma è quel processo ragionato che porta a realizzare un oggetto o un progetto che è un racconto dell’artista. Senec…

Sorgente: INTERVISTA di ELLE GALLERIA, PREGANZIOL TREVISO a PATRIZIA DIAMANTE

Annunci

TESTIMONIANZE DI FIGLI CHE SONO STATI CONDIZIONATI A RIFIUTARE I LORO GENITORI

Testimonianze di figli che sono stati condizionati a rifiutare i loro genitori. PAS è l’acronimo di Parental Alienation Syndrome. – grazie all’associazione FLAge liberi dall’alienazione genitoriale:

<<Le vittime della PAS scrivono ai genitori che hanno perso
Per anni ho detto ai miei amici che mia madre era morta, e invece era viva. Plagiato da quello che mio padre e la sua nuova moglie dicevano di lei sono stato alienato: “la malattia di tua madre la rende pazza, se non stai attento diventerai come lei”. Avevo 11 anni.
Mia madre non si è mai arresa e per anni ha mandato lettere, cartoline, e regali. Quando il controllo di mio padre è diminuito, ho scoperto che mia madre mi mancava, la ho chiamata, e mi è sembrato che il tempo non fosse passato.
Quella breve telefonata fu la prima di una lunga serie. Quando mia madre morì, la sua ultima parola fu “ti voglio bene”.

Da 16 anni sopravvivo alla PAS. Mia madre sarebbe felice di leggere questo messaggio dopo 11 anni di silenzio da parte mia, perché non ha mai smesso di sperare, cercarci e mandarci piccoli ricordi del suo amore.
La sua devozione per noi figli non aveva limiti e così pure non li ha la mia gratitudine per lei, ed il dolore perché mia sorella minore la ha rifiutata fino alla morte di nostra madre.
Mamma ti voglio bene.

Ho 26 anni, ed ho appena scoperto questo sito ieri sera, sono ancora sveglia ed il sole sta già sorgendo. Non avevo mai capito quale tremendo abuso ho subito da piccola.
Ho capito che mia madre ha fatto tutto quello che poteva per farmi odiare il mio papà, che mi amava tantissimo. Sono cresciuta credendo che mio padre non mi volesse bene, la mia infanzia è stata difficile, confusa, solitaria. Quando avevo 13 anni, ero così avvelenata contro di lui che non sapeva più come parlarmi. Recentemente mio padre mi ha detto che mia madre aveva ordinato alla scuola di impedirgli di farmi avere regali, o di fargli sapere come andavo.>>

224076_502980359734948_1191536889_n

CONSIGLI PER GLI ARTISTI

Il “mondo dell’arte” oggi è un vero schifo, troppi furbetti fra gli artisti della domenica, troppi furboni fra curatori e galleristi improvvisati, i primi alla spasmodica ricerca …

Sorgente: CONSIGLI PER GLI ARTISTI

CONSIGLI PER GLI ARTISTI

Pralina Tuttifrutti

Il “mondo dell’arte” oggi è un vero schifo, troppi furbetti fra gli artisti della domenica, troppi furboni fra curatori e galleristi improvvisati, i primi alla spasmodica ricerca di una fama assolutamente inutile per sopravvivere con il proprio lavoro, i secondi alla ricerca di cash da spillare agli artisti polli da spennare. Mettono insieme tutti, e tutti allo stesso livello, i pittori insieme ai fotografi, l’arte artigianato insieme all’arte digitale, chi lavora da 40 anni e chi da 4 mesi, in un guazzabuglio senza capo né coda. Effetti anche, della globalizzazione. Ti chiamano “emergente” anche quando hai 50 anni, perché dalle tue emergenze (il nostro paese insegna) traggono il loro sostentamento economico. Bandiscono “international prize” che sembrano il Giardino dell’Eden, la ghiotta occasione per ogni artista, ma sono soltanto un’altra macchina per fare soldi (i loro conti in banca, non il tuo). La realtà è che ogni tanto, in questo mare…

View original post 105 altre parole

CONSIGLI PER GLI ARTISTI

Il “mondo dell’arte” oggi è un vero schifo, troppi furbetti fra gli artisti della domenica, troppi furboni fra curatori e galleristi improvvisati, i primi alla spasmodica ricerca di una fama assolutamente inutile per sopravvivere con il proprio lavoro, i secondi alla ricerca di cash da spillare agli artisti polli da spennare. Mettono insieme tutti, e tutti allo stesso livello, i pittori insieme ai fotografi, l’arte artigianato insieme all’arte digitale, chi lavora da 40 anni e chi da 4 mesi, in un guazzabuglio senza capo né coda. Effetti anche, della globalizzazione. Ti chiamano “emergente” anche quando hai 50 anni, perché dalle tue emergenze (il nostro paese insegna) traggono il loro sostentamento economico. Bandiscono “international prize” che sembrano il Giardino dell’Eden, la ghiotta occasione per ogni artista, ma sono soltanto un’altra macchina per fare soldi (i loro conti in banca, non il tuo). La realtà è che ogni tanto, in questo mare di squali, qualche curatore serio (e anche qualche buona galleria) c’è, ma bisogna avere molto fortuna a trovarlo, ma soprattutto non bisogna lasciarsi prendere dalla smania della “fama” e recitare come un mantra: non me ne frega una cippa se non sputtano tutti i miei averi in vanità personale, “pochi, maledetti e subito” è il motto, se resto sconosciuto non ha importanza, ma voglio aspettare solo le occasioni giuste. La valutazione non è fondamentale oggi, non è il “bravo” che fa la differenza nella tua vita, ma… la differenza la fa solo chi viene da te e, sulla fiducia, ti compra in anticipo qualsiasi dipinto.

8105C96D-0167-43A2-AFEE-A686A298FFAD

INTERVISTA di ELLE GALLERIA, PREGANZIOL TREVISO a PATRIZIA DIAMANTE

Cos’è l’arte per lei ? L’arte non è solo creatività emotiva immediata, ma è quel processo ragionato che porta a realizzare un oggetto o un progetto che è un racconto dell’artista. Senec…

Sorgente: INTERVISTA di ELLE GALLERIA, PREGANZIOL TREVISO a PATRIZIA DIAMANTE

AMBIENTI, COLLETTIVA D’ARTE, ELLE GALLERIA PREGANZIOL TREVISO

Domenica 11 dicembre alle ore 11,00, presso Elle Galleria di Andrea Lucchetta in via Saragat 13 a Preganziol (Treviso) verrà inaugurata la mostra dal titolo “Ambienti”. Il titolo indica tutto ciò c…

Sorgente: AMBIENTI, COLLETTIVA D’ARTE, ELLE GALLERIA PREGANZIOL TREVISO